ALL’ULTIMA ORA TRE QUARTI DELLA CHIESA RINNEGHERÀ GESÙ-Dice Gesù: Quando faccio dire a Sofonia che io porterò via ogni cosa dalla terra, gli faccio profetare …. L’uomo è decaduto nel suo livello evolutivo, perché ha rinunciato a riconoscersi come figlio di Dio… Cosa teme l’umanità? Perché ha allontanato dalla propria vita il suo Signore e Re? 5.563 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 20/02/2024 BEATA MADRE ELENA AIELLO, LA SUORA CHE SUDAVA SANGUE BEATA MADRE ELENA AIELLO, LA SUORA CHE SUDAVA SANGUE E CHE SCRIVEVA A MUSSOLINI DA PARTE DI GESU’ IO SOFFRO FIGLI MIEI, MI ADDOLORANO TANTE OFFESE, TANTA PROFANAZIONE DI QUELLO CHE È SACRO! BEATA MADRE ELENA AIELLO, LA SUORA CHE SUDAVA SANGUE E CHE SCRIVEVA A MUSSOLINI DA PARTE DI GESU’… IN QUANTO REGINA E MADRE DELL’UMANITÀ, È MIO DOVERE FARVI RIMANERE ATTENTI AI COMANDAMENTI DI DIO. VIVRETE LA FASE APOCALITTICA, IN MANO A COLORO CHE DESIDERANO SOPPIANTARE IL NOSTRO RE E SIGNORE GESÙ CRISTO.   QUANDO L’ANIMA CREDE CHE IO L’ABBIA ABBANDONATA È INVECE IL TEMPO IN CUI IO LE SONO PIU’ VICINO VIVRETE LA FASE APOCALITTICA, IN MANO A COLORO A COLORO CHE DESIDERANO SOPPIANTARE IL NOSTRO RE E SIGNORE CRISTO. FIGLI, È GIUNTO IL MOMENTO, ORMAI IMMINENTE, DELLA DESOLANTE ABOMINAZIONE. Non siate tiepidi, i Miei figli sono saldi nella Fede e sapete che Io non vi abbandonerò. Europa, grandi città saranno preda del terrore IN QUESTO MOMENTO DI SOFFERENZA PER L’UMANITÀ, SOPRAGGIUNGERÀ CON FORZA QUELLO CHE IO VI HO ANNUNCIATO NEL CORSO DEL TEMPO. VI INVITO A RIMANERE IN ALLERTA: L’AGITAZIONE STA CRESCENDO E I VENTI DI GUERRA SI STANNO CONSOLIDANDO, IN QUANTO PIU’ PAESI SI STANNO AGGIUNGENDO A QUESTO SCENARIO DI DOLORE PER L’UMANITA. Voi siete privi d’amore, avete mantenuto solo una lieve nozione di quello che è l’Amore Divino e state vivendo invece l’amore mondano, il cui condimento principale è la dissolutezza. Vi siete dimenticati di quello che è Divino, in quanto vi siete immersi nelle insinuazioni che il demonio sussurra all’orecchio degli uomini. Consacrazione allo Spirito Santo CONSACRAZIONE DELLA FAMIGLIA AI CUORI SS. DI GESÙ E MARIA IL DIAVOLO NON SOPPORTA CHE PREGHIAMO LE TRE AVE MARIA PER LA SALVEZZA DEI PECCATORI!!! LA CRESCITA SPIRITUALE È INDISPENSABILE PERCHE’ POSSIATE SUPERARE LE DURE PROVE CHE VI ATTENDONO. Il Futuro dell’umanità nelle profezie di Maria Valtorta  Io vengo per chiamarvi alla pace, alla concordia tra i Popoli, in questo momento in cui vi state dirigendo a grande velocità verso grande velocità bellici e verso i di problemi di salute LO PORTO DAVANTI A CIASCUNO DI VOI, AFFINCH IN OGNI PERSONA RINASCA IL DESIDERIO ARDENT DI ESSERE PIU Di MIO FIGLIO OGNI MOMENTO CHE LASCIATE PASSARE SENZA SFORZARVI PER LA CONVERSIONE, VI ALLONTANA SENZA SOSTA DAL MOMENTO DI CONVERSIONE E DI PENTIMENTO PERSONALI. DATA LA MANO ALLA MIA MADRE SANTISSIMA E SIATE AMORE, DAVANTI AL QUALE NON CE PORTA CHE NON SI APRE HE NON SI APRIRE FIGLI AMATI, STATE VENENDO PURIFICATI E VEDRETE CON I VOSTRI OCCHI LA VERIDICITÀ DEI MIEI APPELLI. VIVETE IN PACE E ASPETTATE IL TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MIA MADRE. DI FRONTE ALL’URGENZA DEGLI EVENTI E DEI SEGNI CHE SI STANNO VERIFICANDO COSTANTEMENTE, VENGO MANDATO A SVEGLIARVI, AFFINCHÉ VI DISPONIATE A CAMBIARE VITA IMMEDIATAMENTE! DI FRONTE ALL’URGENZA DEGLI EVENTI E DEI SEGNI CHE SI STANNO VERIFICANDO COSTANTEMENTE, VENGO MANDATO A SVEGLIARVI, AFFINCHÉ VI DISPONIATE A CAMBIARE VITA IMMEDIATAMENTE! QUESTO È UN MOMENTO MOLTO DELICATO FIGLI MIEI, TALMENTE DELICATO CHE IL NEMICO DELL’ANIMA STA ATTACCANDO FRONTALMENTE I FIGLI DEL MIO DIVIN FIGLIO, PER FARLI A CADERE. Siate prudenti e astuti, cosicché non cadiate nelle reti del nemico infernale. RIVOLGETEVI, FIGLI MIEI, RIVOLGETEVI A MIO FIGLIO, ADORATELO, ADORATELO NELL’EUCARISTIA, ADORATELO NEL SANTISSIMO SACRAMENTO DELL’ALTARE E RICORDATELO A COLORO CHE NON CREDONO SIA NECESSARIO ALZARE GLI OCCHI AL CIELO FIGLI MIEI, LA PREPARAZIONE SPIRITUALE È INDISPENSABILE AFFINCHÉ POSSIATE MANTENERVI FEDELI, ALTRIMENTI CADRETE NELLE MANI DEL NEMICO INFERNALE. VOI SIETE IL MIO GRANDE TESORO E BENEDICO CIASCUNO DI COLORO CHE, CON AMORE E RETTITUDINE, CON CUORE CONTRITO E UMILIATO (Sal. 50 (51), 19), ACCOGLIERANNO QUESTO APPELLO, NON COME UN’ALTERNATIVA, MA CON IL RISPETTO CHE MI MERITO COME DIO. COME MADRE DELL’UMANIT VI INVITO ALL’ADORAZIONE DEL SANTISSIMO SACRAMENTO DELL’ALTARE, ALLA PREGHIERA DEL SANTO ROSARIO. (1) SIATE AMORE, COME MIO FIGLIO È AMORE! FIGLI MIEI, LA PREPARAZIONE SPIRITUALE È INDISPENSABILE AFFINCHÉ POSSIATE MANTENERVI FEDELI, ALTRIMENTI CADRETE NELLE MANI DEL NEMICO INFERNALE. STATE VIVENDO INADEGUATAMENTE, RELEGANDO LA FEDE ALL’ULTIMO POSTO, MENTRE LA FEDE È UN ATTO CONSAPEVOLE, SUL QUALE DOVETE VIGILARE COSTANTEMENTE. LA MIA BENEDIZIONE RIMANE COSTANTEMENTE IN VOI. VI CHIEDO DI CONSACRARVI ALLO SPIRITO SANTO (1) E A RIMANERE IN STATO DI GRAZIA, PER NON RATTRISTARLO (Gv. 14,16-18, 1Cor. – 3-16, Ef. 4,30) I Miei amati figli : LA MIA PAROLA È UNA, NON LASCIATEVI CONFONDERE DA FRETTOLOSI MODERNISMI, NON FATEVI CONFONDERE! LA MIA LEGGE È UNA E NON CAMBIA. IL GRANDE VELO CHE STAVA TRATTENENDO LA GUERRA SI È STRAPPATO, ORA IL DOLORE AUMENTERÀ E GLI UOMINI VIVRANNO UN GRANDE INCUBO. OGNUNO PRENDA IN MANO IL TIMONE DELLA PROPRIA VITA E SI ASSICURI DI ESSERE NELLE MIE ACQUE. IO SONO AMORE, MISERICORDIA, CALMA, FRATERNITÀ, “SONO COLUI CHE SONO”. (Es. 3,14; Gv. 8, 58)   STATE VIVENDO I MOMENTI CULMINANTI ANNUNCIATI IN PRECEDENZA DAL NOSTRO RE E SIGNORE GESÙ CRISTO (1). CHI VEDE CON OCCHI SPIRITUALI, SA CHE QUANTO ANNUNCIATO SI COMPIRÀ SENZA INDUGIO. PREGATE FIGLI MIEI, PREGATE CON IL CUORE, RIPARATE PER LE OFFESE CHE VENGONO COMMESSE CONTRO DI ME E CONTRO LA MIA MADRE SANTISSIMA. Vi invito a pregare in unità per l’umanità e per il Sinodo che si terrà prossimamente.  Vi invito a pregare per tutti i governanti delle nazioni.  Vi invito a pregare per ciascuno dei vostri fratelli, specialmente per quelli che vivono nella lontananza spirituale. (1) Come Madre dell’Umanità, desidero mettervi in allerta sul compimento delle Rivelazioni che il Mio Divin Figlio vi ha rivelato e su quelle che questa Madre vi ha rivelato, come pure sulle rivelazioni del Mio amato San Michele Arcangelo. SI STA CONTINUANDO SULLA VIA DELLA PERDIZIONE E OGNI PECCATO VIENE ABBRACCIATO COME PARTE DELLA VITA QUOTIDIANA. Io venivo trattato con rispetto e santo timore, ma oggi sono oggetto di scherno e la Mia Legge viene continuamente accantonata dagli uomini, che chiamano quanto è immorale bene e gustano di quanto è peccaminoso. La Mia Legge è stata trasgredita e si è giunti ad adorare dei pagani. (cfr. Os. 6, 7; II Re. 17, 15-17). VOI SIETE UNA GENERAZIONE PRIVILEGIATA, nonostante la quantità di cattive azioni e di cattive condotte delle quali vi servite per offendere il Cuore del Nostro amatissimo Re e Signore Gesù Cristo e nonostante questo, la Misericordia Divina trabocca su questa generazione peccatrice.   LA PERVERSITÀ STA AUMENTANDO A GRANDI PASSI, i peccati stanno aumentando e aumenteranno così tanto che Sodoma e Gomorra sono e saranno offuscate dai peccati che si commettono ora e da quelli che gli uomini commetteranno. (Cf. Mt. 10, 14-15) L’umanità ha infranto i Comandamenti e non li prende in considerazione come regole di comportamento nella vita. Per chi agisce così, questo è molto pericoloso, poiché “Con quella misura, colla quale avrete misurato, sarà rimisurato a voi, e con giunta.” (Mc. 4, 24) Amati figli del Mio Cuore Immacolato:   COME REGINA E MADRE DEGLI ULTIMI TEMPI (1) VI IMPARTISCO LA MIA BENEDIZIONE, QUELLA CHE UNA MADRE DÀ AI SUOI FIGLI, AFFINCHÉ FACCIATE PASSI SICURI, AFFIDANDOVI ALLA VOLONTÀ DI DIO.   NOVENA Sarò Io, vostra Madre, che andando in cerca dei Miei figli, vi chiamerò in ogni modo possibile. Il segno che Io rimango con i figli del Mio Divin Figlio, e per fare in modo che non vi confondiate, sarà: Io terrò in mano un Rosario dorato e bacerò il Crocifisso con grande riverenza.  Mi vedrete incoronata dallo spirito santo, nella raffigurazione della regina e madre degli ultimi tempi… Mia amata: Quanto Mi diletto nelle persone che decidono di convertirsi e non vengono meno nel loro proposito perché per poter ottenere la Mia benedizione, sentono l’urgenza di essere saldi, forti e decisi! VENGO A SVEGLIARVI DALLA SONNOLENZA CON LA QUALE OSSERVATE QUANTO STA ACCADENDO, SAPENDO CHE IL PERNO DELLA VITA SPIRITUALE È IL MIO DIVIN FIGLIO E CHE SENZA IL MIO DIVIN FIGLIO VOI NON SIETE NULLA, E LO SAPETE… LA MORTE NON PREVALSE E MIO FIGLIO RISUSCITÒ ALLA VITA ETERNA, QUESTO DEVE ESSERE CHIARO… RISORSE!   PERCHÉ LA RISURREZIONE È IL PIÙ GRANDE SEGNO DEL POTERE DIVINO.   LA MIA DIVINITÀ NON SARÀ MAI SCONFITTA! LA MIA SPADA RIMANE IN ALTO, NON SOLO COME SEGNO DI PROTEZIONE E DI DIFESA PER L’UMANITÀ, MA COME SEGNO CHE GLI UOMINI DEVONO ASPIRARE AD ESSERE SPIRITUALI. Nel Mio Cuore troverete l’Amore Divino del quale potrete nutrirvi e dal Mio Cuore offro a tutti “La Luce” (cfr. Gv 8,12) di cui avete bisogno, per operare e agire nella Mia Volontà: NEL MOMENTO DI MAGGIORE PROVA PER L’UMANITÀ, LA DIVINA ED INFINITA MISERICORDIA MOSTRERÀ ALL’UOMO CHE NON È SOLO MA, AL CONTRARIO, SARÀ IL MOMENTO IN CUI SARÀ PIÙ ACCOMPAGNATO DALLA CASA PATERNA E DALLA NOSTRA REGINA E MADRE. Le Mie Parole sono urgenti! È necessario fare una sosta sul cammino, prima che la parte più dura delle Mie profezie venga attirata dalla ribellione dell’umanità. Quanto dolore, quanto dolore soffrirà questa generazione! COSICCHÈ IL MIO SANTO SPIRITO VI ILLUMINI IL CAMMINO, VI DIA IL DISCERNIMENTO, VI FORNISCA LA SAGGEZZA E VI DIA LA CONOSCENZA AFFINCHÈ LA MIA BENEDIZIONE POSSA DARE IN VOI “FRUTTI DI VITA ETERNA” (Gv. 15, 1-2) Voi avete ricevuto una terra di benedizione perché la custodiste e la faceste produrre (Gen. 1,28-30), invece avete creato distruzione e caos. Avete utilizzato la sapienza per creare la distruzione, in una corsa frenetica per il possesso della terra. L’Amore del Mio Divin Figlio è la fonte della Sua infinita Misericordia, pertanto voi potete andare in qualsiasi momento a chiedere il Suo perdono “con cuore contrito e umiliato” (Sal. 50,19), con la fiducia e la certezza che il Suo amatissimo Cuore vi sta attendendo. SICCOME SI STA AVVICINANDO LA FINE DEL PERIODO DI “PREAVVISO”, IL MIO POPOLO DEVE RIMANERE VIGILANTE SU QUANTO ACCADE… NONOSTANTE IL CAOS STIA AVANZANDO ED ABBIATE DECISO DI STERMINARE IL POPOLO DEL NOSTRO RE E SIGNORE GESÙ CRISTO, SAPPIATE CHE NESSUN ESSERE UMANO HA LA POTESTÀ DI IMPADRONIRSI DI QUELLO CHE È DI PROPRIETÀ DIVINA. LA TERRA È COPERTA DA DENSE NEBBIE. Voi non le vedete ad occhio nudo, solo coloro che osservano con occhi spirituali quello che sta succedendo, riescono ad arrivare alla vera essenza di quanto sta accadendo.   IN QUESTO GIORNO LA NOSTRA REGINA E MADRE DARÀ A TUTTI COLORO CHE, CON VERO PENTIMENTO, CONFESSERANNO I LORO PECCATI, LA GRAZIA DI VEDERE AUMENTATO IL LORO AMORE, QUALE PREPARAZIONE PER AFFRONTARE LE PROVE CHE SONO GIÀ PRESENTI SULLA TERRA E CHE ANDRANNO AUMENTANDO. Pregando per quei Miei figli che non adorano il Mio Divin Figlio. Offrite il Santo Rosario per coloro che irrompono nella vita dei Miei figli piccoli e inculcano in loro di dedicarsi a pratiche demoniache e di dimenticare e negare il Mio Divin Figlio. Queste persone saranno duramente castigate. NON ABBIATE PAURA DI ESSERE INGANNATI… SARÒ IO, VOSTRA MADRE, CHE ANDANDO IN CERCA DEI MIEI FIGLI, VI CHIAMERÒ IN OGNI MODO POSSIBILE. Questa generazione, dopo aver commesso gravi errori contro sé stessa, dopo aver rifiutato la Trinità Sacrosanta e la Nostra Regina e Madre, si trasformerà spiritualmente. Avete commemorato la Settimana Santa e la festa della Divina Misericordia e avete fatto offerte affinché tutti siano amore e rispettosi della Legge Divina; adesso è di grande importanza pregare per coloro che si trovano nel momento della conversione.  I Miei figli, credendomi un Dio che perdona tutto o che lascia passare tutto e credendo che in quanto Dio, dovrei sempre essere tenero e sommario, reagiscono in maniera estrema quando Io Parlo loro della Mia Misericordia e della Mia Giustizia. CON IL MIO AMORE, IO VENGO IN QUESTO MOMENTO A DONARVI LA MIA MISERICORDIA.   Voi avete vissuto la Commemorazione della Mia Passione, della Mia Morte e Risurrezione e vi siete avviati sul cammino della Mia Misericordia.   Ogni uomo è stato liberato dalla morte che provoca il peccato ed elevato, nella sua libera volontà, ad avere l’opportunità della Vita Eterna nel giorno della luce perenne, per questo i figli di Dio, certi che la Fede non sia vana, si devono sforzare di vivere ed operare nella Divina Volontà, aspirando alla Vita Eterna. Ora Mio Figlio, il Mio piccolo e grande Re, giace nel sepolcro e scende agli inferi per poi risorgere. Una grande prova che ho accettato con amore, con fede, con il mio “Fiat Mihi”. La Mia totale fede nella Volontà del Padre e nel Mio stesso Figlio, Mi ha colmato di speranza e Mi ha sostenuto in questo Sabato Santo. IL MIO DIVIN FIGLIO, CON IL SUO SÌ AL PADRE, SI DONÒ PER I PECCATI DELL’UMANITÀ E SE LI PRESE SU DI SÉ. IL MIO DIVIN FIGLIO RIMANE A BETANIA, IN VEGLIA E IN PREGHIERA (cf. Gv. 12, 1-8), come deve rimanere sempre in preghiera e vegliare ciascuno dei Miei figli, per non infangarsi con le cose del mondo, perché l’uomo viene tentato e se non prega e non rafforza la Fede: è debole. Un momento speciale di questa settimana Santa è quando: Giuda e Pietro, in diverse occasioni si vedono interpellare dal Mio Divin Figlio… VI BENEDICO E VI TENGO COPERTI CON IL MIO MANTO MATERNO AFFINCHÉ NON DIVENTIATE PREDE DEL MALE. A RIMANERE UNITI AL MIO DIVIN FIGLIO, PASSO DOPO PASSO, ESSENDO SUOI FEDELI DISCEPOLI, VIVENDO NELLO SPIRITO LA PIÙ GRANDE FUSIONE CON IL MIO DIVIN FIGLIO, COME SE QUESTA SETTIMANA SANTA FOSSE L’ULTIMA FATTA IN PACE. LO SPIRITO SANTO, CONSOLATORE DEGLI UOMINI, VI ILLUMINERÀ IN MODO SPECIALE NEL MOMENTO DELLA GRANDE TRIBOLAZIONE. (Gv. 14, 26) È MOLTO IMPORTANTE CHE ANDIATE A FARVI IMPORRE LE CENERI.  È MOLTO IMPORTANTE…  QUESTO MOMENTO PRESSANTE E DI CONVERSIONE È UN SEGNALE DELLA RAPIDITÀ CON LA QUALE SOPRAGGIUNGERANNO . NELL’UMANITÀ VIGE LA TENTAZIONE. SONO PIÙ COLORO CHE CADONO IN TENTAZIONE CHE COLORO CHE RESISTONO PER AMORE DEL MIO DIVIN FIGLIO E PER LA CRESCITA SPIRITUALE PERSONALE. LA NOSTRA REALTÀ RIFLESSIONI E MESSAGGI Di Luz de Maria 10 FEBBRAIO 2023 QUANTO MI FA MALE QUANDO MI SCACCIANO DALLA LORO VITA, PER UNIRSI ALLE FILA DEL MALE!   QUANTO MI FA MALE QUANDO MI SCACCIANO DALLA LORO VITA, PER UNIRSI ALLE FILA DEL MALE! Tutti i messaggi di Dicembre 2022 … Preparatevi figli, siate più spirituali, è urgente. Preparatevi figli con quanto ritenete sia opportuno. Non aspettate per prepararvi, fatelo subito. LA BILANCIA DELLA MIA GIUSTIZIA STA DAVANTI A CIASCUNO DI VOI IN PARTICOLARE, IO SONO IL GIUSTO GIUDICE. (Is. 11, 3-4;  1 Cor 4,5) QUANDO IL MOMENTO SI INASPRIRÀ, LE OPERE E LE AZIONI DI COLORO CHE CAMMINANO ALL’OMBRA DELL’ALTISSIMO, DARANNO FRUTTI DI VITA ETERNA (Gv. 15,16 e Gv. 15,5) E LE CONDIVIDERANNO CON I LORO FRATELLI. Voi fate parte dell’umanità e della Storia della Salvezza, perciò dovete essere consapevoli del momento culminante che state vivendo e non dovete trascurare il cambiamento spirituale, che deve essere prevalente in questo momento.È importante che conosciate l’Antico Testamento cosicché non troviate strano ciò che sta accadendo in questo momento. LA PREGHIERA È NECESSARIA E COME PRINCIPE DELLE LEGIONI CELESTI, VI ASSICURO CHE OGNI SUPPLICA ELEVATA CON CUORE CONTRITO, VIENE ACCOLTA DALLA TRINITÀ SACROSANTA E DALLA NOSTRA REGINA E MADRE DEGLI ULTIMI TEMPI. VENGO PER ESAMINARVI, PER OSSERVARE IL VOSTRO MODO DI COMPORTARVI E DI AGIRE… PERTANTO CONTINUATE NELLA CONVERSIONE. Questi dardi li faranno diventare intrattabili, perderanno la carità, la sensibilità e il loro “ego” crescerà in modo smisurato fino a portarli alla perdizione, A MENO CHE NON SI SOTTOPONGANO ALLA PREGHIERA E AL DIGIUNO COSICCHÉ IL VELENO POSSA USCIRE DA LORO E L’UMILTÀ LI AVVICINI A DIO. Pregate figli, pregate, la nuova malattia è molto contagiosa e seria, al punto che potrebbe essere mortale. Proteggete il vostro sistema immunitario e tenete pronta la crema di calendula e la moringa così la potrete assumere. (3) PREPARATEVI, CONVERTITEVI E RIMANETE IN ALLERTA! VOI SIETE FIGLI DI DIO E LE MIE LEGIONI VI PROTEGGONO, NON DISPERATE. IN QUESTO MOMENTO L’UMANITÀ SI STA IMPEGNANDO NELLA CURA DEL CORPO FISICO, TRASCURANDO LA CURA DELLO SPIRITO. VI BENEDICO COSTANTEMENTE CON IL MIO AMORE E VI INVITO AD AMARMI AFFINCHÈ VIVIATE NEL MIO AMORE E DIATE AMORE AI VOSTRI FRATELLI. VI CHIAMO ALLA CONVERSIONE! Questo è il momento giusto per fare in modo che non siano i vostri interessi a guidarvi, ma quelli della Mia Casa. Questo è il momento dei Segni che precedono l’Avvertimento, ma il Mio Popolo sta andando avanti senza esaminarsi, senza guardarsi dentro, senza analizzarsi senza maschere. SIATE CERTI CHE OGNI ATTO D’AMORE PER IL PROSSIMO E FATTO PER AMORE DI DIO È PER VOI UNA SORGENTE DI BENEDIZIONI, ANCHE SE NON LE CHIEDETE. Senza paura, confidate nel Mio Amore per il Mio Popolo, vi ho già detto che l’umanità cambierà, la guerra si espanderà. Figli, voi conoscete già moltissime delle cose che incombono sull’umanità, ma non cambiate… Figli, è molto quello che vi è stato fatto conoscere, non per terrorizzarvi, ma perché vi preparaste spiritualmente, ma non cambiate… La mente è occupata nelle cose mondane e il cuore è stato usurpato dagli idoli, dai fanatismi e soprattutto dal vostro ego altezzoso. (2) Voi non amate la vita, il Dono sacro di Dio per l’umanità.

Alexandrina Maria Dà Costa

Loading

Parole di Gesù alla Beata  Alexandrina Maria Dà Costa

Figlia mia, fà che io sia amato, consolato e riparato nella mia Eucaristia :

Di’ che onorino attraverso l’Eucaristia le mie Sante Piaghe, onorando per prima quella della mia Sacra Spalla, così poco ricordata. Chi al ricordo delle mie Piaghe unirà quello dei dolori della mia Madre benedetta e per loro ci chiederà grazie spirituali o corporali, ha la mia promessa che saranno accordate, a meno che non siano di danno per la loro anima. Nel momento della loro morte condurrò con me la mia Santissima Madre per difenderli.   (25 febbraio 1949) Parla dell’Eucaristia, che è prova di amore infinito, che è l’alimento delle anime.


LA MIA PRESENZA REALE NELL’EUCARISTIA VIENE NEGATA DA COLORO CHE NON CREDONO NEL MIRACOLO DELLA TRANSUSTANZIAZIONE (Cfr. Mt 26,26-27; I Cor 11,24) E AI MIEI FIGLI VERRÀ NEGATO DI RICEVERMI.

PER AVER MINIMIZZATO GLI EFFETTI DEL PECCATO SULLA PERSONA, LA MIA CHIESA SOFFRIRÁ FINO ALL’IMPOSSIBILE. LA DIVISIONE SI ACCENTUERÁ. I MODERNISMI, FRUTTO DEL PERMESSO AL PECCATO, INTRONIZZANO IL LIBERTINAGGIO, CHE LUNGI DALL’ESSERE LA MIA VOLONTÁ, PORTERÁ I MIEI FIGLI ALLA PERDIZIONE.   Leggi il Messaggio

 

Figlia mia, fa che io sia amato, consolato e riparato nella mia Eucarestia.Fa sapere in mio nome che a quanti faranno bene la Santa Comunione, con sincera umiltà, fervore e amore per i primi 6 giovedì consecutivi e passeranno un’ora di adorazione davanti al mio Tabernacolo in intima unione con me, prometto il Cielo.Di’ che onorino attraverso l’Eucarestia le mie Sante Piaghe, onorando per prima quella della mia sacra spalla, così poco ricordata.Chi al ricordo delle mie piaghe unirà quello dei dolori della mia Madre benedetta e per loro ci chiederà grazie spirituali o corporali, ha la mia promessa che saranno accordate, a meno che non siano di danno per la loro anima.

 

 

 

  VITA DELLA BEATA 

ALEXANDRINA MARIA DA COSTA  ( 30 marzo 1904 – 13 ottobre 1955 )

Postulatore della Causa di beatificazione è stato il salesiano Padre Pasquale Liberatore al quale abbiamo rivolte alcune domande

Padre Pasquale, qual è, secondo lei, la caratteristica più propria della spiritualità di Alexandrina?

“Mi piace che mi ponga questa domanda. E’ come voler andare subito al cuore di questa esistenza benedetta: Alexandrina è una “crocifissa”. A 21 anni si è messa a letto e ci è rimasta per 30 anni, ininterrottamente fino alla morte. Dall’ottobre 1938 al marzo 1942, e cioè per tre anni e mezzo visse, anche visibilmente, la Passione di Cristo. Il fenomeno, che si ripeté ogni settimana per 182 volte, durava dal giovedì al venerdì”.

Può descriverlo? 

“Alexandrina entrava in uno stato di estasi e in quella condizione “riviveva” le varie fasi della Passione di Cristo, così come sono raccontate nei Vangeli. Le sue sofferenze fisiche si acuivano già il giorno prima, giovedì, e crescevano durante tutta la notte e il mattino seguente, raggiungendo il loro culmine nelle tre ore del venerdì, dalle 12 alle 15. Esistono diverse testimonianze scritte di persone che hanno assistito a quell’evento. Ci sono anche dei filmati e parecchie fotografie (cfr. fotografie a lato).

A mezzogiorno Alexandrina scendeva dal letto. Non si sa come facesse, perché vi giaceva immobilizzata dal 1925. Ma nel periodo in cui “riviveva” la passione essa si muoveva come se la paralisi non esistesse. Scesa dal letto, si prostrava sul pavimento, con le braccia stese lungo i fianchi e restava a lungo in quella posizione assorta in preghiera, come Gesù nell’orto del Getsemani. L’agonia nell’orto era lunga e penosa. Alexandrina emetteva gemiti profondi e la si sentiva singhiozzare. Seguivano, sempre in forma di “rappresentazione”, come in un film, tutte le altre fasi della “Passione di Gesù”: la cattura da parte dei soldati romani, il processo davanti a Pilato, la flagellazione, la coronazione di spine, il viaggio al Calvario e la crocifissione. Alexandrina soffriva realmente e in modo crudele. I presenti, sacerdoti, laici e anche medici, seguivano preoccupati. Alexandrina, pallida, terrea in volto, sudava e i suoi capelli si impastavano sulla testa. Al termine del fenomeno, il suo corpo era pieno di lividi, ecchimosi, ammaccature. I medici approfittavano per fare degli esperimenti. La pungevano con degli spilli, sotto le unghie, vicino agli occhi, e lei non sentiva niente.

Nella “rappresentazione” del viaggio al Calvario con la croce sulle spalle si verificavano sempre anche le tre cadute indicate dai Vangeli. Alexandrina restava a terra, come schiacciata dal peso della croce. Una volta un medico tentò di risollevarla e si accorse che era pesantissima. Chiese aiuto ai colleghi presenti, ma anche in due, in tre non riuscirono a sollevarla di un millimetro. Alexandrina era come incollata al pavimento. Finita l’estasi, diventava leggera: in quel periodo il peso del suo corpo era di appena 34 chili”. “Il fenomeno del “rivivere” la Passione di Cristo durò fino al 27 marzo 1942. Poi iniziò l’altro grande fenomeno, quello del digiuno totale”. 

Cioè?

“Per 13 anni e sette mesi Alexandrina non assunse nessun tipo di cibo o di bevanda. Si nutriva solo con l’Eucaristia che le veniva portata dal parroco tutte le mattine. Gesù le aveva detto: “Non ti alimenterai mai più sulla terra. Il tuo alimento è la mia carne: il tuo sangue, il mio sangue. Grande è il miracolo della tua vita”. Alexandrina sentiva in modo fortissimo gli stimoli della fame e della sete, ma se prendeva anche solo un goccia d’acqua veniva presa da dolorosi conati di vomito”.

Che cosa dicevano i medici del tempo?

“Il fenomeno incuriosiva tremendamente la scienza medica. Nessun medico credeva che potesse verificarsi un fatto del genere. Poiché i fedeli gridavano al miracolo, i medici, che in quel periodo erano quasi tutti atei dichiarati, volevano dimostrare che era tutto un imbroglio e riuscirono a convincere Alexandrina a sottoporsi a un controllo scientifico in ambiente ospedaliero. Alexandrina accettò ponendo però una condizione: poter ricevere tutte le mattine la Comunione. Nel giugno del 1943, l’ammalata venne condotta all’ospedale di Foce del Douro, vicino ad Oporto, e affidata alle cure del professor Gomes de Araujo, della Reale Accademia di Medicina di Madrid, specialista in malattie nervose e artritiche. Qui vi rimase per 40 giorni, isolata da tutti, sotto stretto controllo di collaboratori del celebre medico, che la sorvegliavano giorno e notte. Dovettero alla fine concludere che si trovavano di fronte a un fatto assolutamente inspiegabile”.

“Alle sofferenze della “passione” e del digiuno, si devono aggiungere le vessazioni diaboliche e le incomprensioni umane. Il demonio la disturbò in tutti i sensi, con tentazioni contro la fede e assalendo il suo corpo, gettandola dal letto e procurandole ferite. Né minore fu la sofferenza derivante dall’incomprensione umana. E non parlo solo di quella, scontata, di chi agiva per pregiudizio, ma anche di quella proveniente dagli uomini di Chiesa che, pur con retta intenzione, accrebbero la sua crocifissione. Insomma, fu una crocefissa per tutto il corso della sua esistenza”.

    

Tutte queste sofferenze avevano certamente uno scopo particolare, una missione specifica. La missione di Alexandrina è stata quella di scuotere il mondo sugli effetti del peccato, invitare alla conversione, offrire una testimonianza di vivissima partecipazione alla Passione di Cristo e quindi di contributo alla redenzione dell’umanità. “Voleva chiudere l’inferno” è il titolo di un libro di Don Pasquale Umberto, suo direttore spirituale. Quel titolo riassume la missione di Alexandrina. Durante un’estasi fu sentita dire: “O Gesù, chiudete le porte dell’inferno! Collocatemi come sbarra su quelle soglie affinché più nessuno si perda! Lasciatemi colà sino alla fine del mondo, fino a che vi sono peccatori da salvare”.

“Sulla sua tomba, Alexandrina ha voluto che fosse scritto: “Peccatori, se le ceneri del mio corpo possono essere utili per salvarvi, avvicinatevi, passatevi sopra, calpestatele fino a che spariscano. Ma non peccate più; non offendete più il nostro Gesù! Peccatori, vorrei dirvi tante cose! Per scriverle tutte non basterebbe questo grande cimitero. Convertitevi. Non offendete Gesù! Non vogliate perderlo per tutta l’eternità! Egli è tanto buono. Basta col peccato. Amate Gesù; amatelo!”. Una missione dunque da grande mediatrice: caricarsi dei peccati dell’umanità ed espiarli ai fini della salvezza”.

Pensa che una simile missione sia valida anche nel nostro tempo?Quale interesse può suscitare nell’uomo di oggi?

“Quando la santità è autentica il messaggio che ne promana va oltre il tempo, è sempre attuale. Alexandrina scuote l’uomo di oggi per la sua carica profetica. Si impone l’analogia con Padre Pio, espressione viva anch’egli del Crocefisso. La sua recente Canonizzazione ha interessato milioni di persone. Chi direbbe che vite di questo genere (si tratta di due contemporanei) non abbiano presa sull’uomo di oggi? Chi conosce Alexandrina ne rimane affascinato. Ricevo lettere da tutto il mondo con richiesta di immagini e reliquie. Molti scrivono per segnalare grazie ottenute per intercessione di Alexandrina. La sua tomba (che si trova oggi nella Chiesa parrocchiale di Balasar) è meta di continui pellegrinaggi. Un flusso di circa 30 mila persone ogni mese”.

Renzo Allegri

Questo articolo è tratto dà Siti internet  :  www.telemaria.it –  www.lavocecattolica.itwww.operadellavita.it

Ci sono Santi la cui esistenza terrena si svolge nella normalità più assoluta. Altri invece ricevono doni speciali, come visioni celesti, estasi, facoltà introspettive, intuizioni profetiche, doni di guarigione. E ce ne sono alcuni chiamati a una intensa imitazione di Gesù e ricevono il dono di assomigliargli anche nelle sofferenze fisiche. Allora sul loro corpo appaiono le stigmate, e con una certa frequenza, in particolari circostanze, come il Venerdì, la Quaresima, la Settimana Santa. Queste persone rivivono in forma mistica, ma con effetti fisici reali, le varie fasi della passione di Cristo, cioè la flagellazione, l’incoronazione di spine, la crocifissione. Si tratta di una fenomenologia che ha sempre suscitato perplessità. Però la canonizzazione di Padre Pio che, con le stigmate e altri carismi, è stato un esempio eclatante di questa fenomenologia, ha portato un nuovo modo di giudicarla e di valutare le persone in cui si manifesta.

Tra queste persone c’è una donna portoghese, morta nel 1955, quando aveva 51 anni, che gode fama di grande santità. Il suo nome è Alexandrina Maria da Costa e visse a Balasar, piccolo centro non molto lontano da Fatima. Da un punto di vista carismatico, la sua esistenza terrena ha molte assomiglianze con quella di Padre Pio. Alexandrina non aveva le stigmate visibili, ma per trent’anni rimase immobilizzata a letto, e quel letto fu per lei una autentica croce. Spesso riviveva la passione di Cristo, in una forma così impressionante da spaventare tremendamente chi vi assisteva. Aveva colloqui quotidiani con Gesù, con la Madonna e anche lei, come Padre Pio, veniva picchiata a sangue da Satana e dagli spiriti del Male.

Nata a Balasar il 30 marzo 1904, era figlia di una ragazza madre. Crebbe in grandi difficoltà economiche e, data la situazione, anche psicologiche. Ma aveva un carattere aperto, vivace, ottimista. Ebbe dalla madre una educazione religiosa seria e profonda. Frequentò la scuola solo per un anno e mezzo, senza dare alcun esame. A otto anni cominciò a lavorare sotto padrone. A 12 anni fu colpita da una gravissima malattia e rischiò di morire. A 14 era già una signorina, e la sua persona, fine e delicata, emanava un forte fascino. Si invaghì di lei un giovanotto che, insieme ad altri due amici, entrò con la forza nella sua casa per violentarla. Ma la ragazza, per salvare la propria purezza, si gettò dalla finestra, riportando gravi conseguenze alla colonna vertebrale. Per sette anni fu curata inutilmente e poi finì a letto, paralizzata.

All’inizio fece di tutto per guarire. Pregava chiedendo a Dio la grazia della salute, ma quando si rese conto che quella era la sua missione, cioè la sofferenza, accettò volentieri il calvario e lo visse con il sorriso sulle labbra fino alla morte.

Tratto dl sito : http://www.lavocecattolica.it/alexandrina.htm

La causa di beatificazione di Alexandrina, iniziata nel 1967, si è conclusa il 25 aprile 2004, con la proclamazione a “Beata” da parte del Papa Giovanni Paolo II.

 

AMIAMO GESU EUCARESTIA
Created with Visual Composer