FIGLI MIEI, SI AVVICINA IL TEMPO IN CUI IL MIO CULTO QUOTIDIANO SARÀ SOSPESO E I MIEI TEMPLI SARANNO CHIUSI!

18 Marzo 2019 Off Di marioTS

FIGLI MIEI, SI AVVICINA IL TEMPO IN CUI IL MIO CULTO QUOTIDIANO SARÀ SOSPESO E I MIEI TEMPLI SARANNO CHIUSI!  26 FEBBRAIO 2019 – 1:55 P.M

CHIAMATA URGENTE DI GESÙ SACRAMENTATO AL SUO POPOLO FEDELE MESSAGGIO A ENOCH

Figli miei, la mia Pace sia con voi Conflitti interni si abbatteranno in molte nazioni, la fame, la disoccupazione e le ingiustizie sociali saranno la miccia che destabilizzerà la pace in molti paesi. Si scateneranno conflitti interni, ci saranno guerre civili che colpiranno l’economia e la stabilità di molti governi. In molte nazioni i loro abitanti si ribelleranno contro le ingiustizie dei loro governanti; il sangue scorrerà, l’anarchia regnerà, molti governanti cadranno e altri fuggiranno in esilio. Il mondo entrerà in rivolte e contese, sarà un tempo di molta agitazione, dove predominerà il caos, l’anarchia, la fame e la desolazione. Molti fuggiranno dai loro paesi cercando migliori opportunità, ma le grandi potenze chiuderanno le loro frontiere e gli emigranti andranno in esilio, e molti nella lotta, moriranno. I disordini sociali si moltiplicheranno per la disoccupazione e la mancanza di opportunità, specialmente nelle nazioni più povere. Le economie di molti paesi si indeboliranno, fino ad arrivare alla bancarotta.

Il dragone rosso del comunismo si approfitterà di questa situazione per estendere i suoi tentacoli, regnerà e sottometterà molte nazioni; nuovamente verrà la schiavitù; il mio popolo sarà perseguitato, torturato, imprigionato, e in molti casi sparirà. Chiunque sia cristiano sarà perseguitato, il sangue del mio popolo scorrerà per le nazioni. Il dragone rosso del comunismo si alleerà con l’Anticristo, e il mio gregge sarà purificato nella fornace della tribolazione. Sappiate dunque che questo sta per iniziare, figli miei; nutritevi più che potete del mio Corpo e del mio Sangue, perché si stanno avvicinando i giorni in cui non sarò più nel silenzio dei miei Sacrari. Si avvicina il tempo del grande abominio, dove sarò oltraggiato e profanato dagli emissari del male al servizio del mio avversario.

Figli miei, si avvicina il tempo in cui il mio Culto quotidiano sarà sospeso e i miei templi saranno chiusi. Pregate per il mio Vicario e per la Chiesa, perché sta per scatenarsi la divisione nel suo interno che porterà con sé, il più grande Scisma di tutta la sua storia. La mia Chiesa vacillerà, ma le porte dell’inferno non prevarranno contro di essa; così è scritto. Milioni di anime perderanno la fede, per gli scandali che si slegheranno; la cloaca ha già iniziato a scoprirsi, e le teste di molti gerarchi della mia Chiesa rotoleranno a terra. Lo Scisma si sta avvicinando, in qualsiasi momento l’ecatombe spirituale esploderà e la mia Chiesa sarà calpestata, vituperata e macchiata da tutti i suoi detrattori. Il mio Vicario dovrà fuggire, Roma sarà preda dell’anarchia, e brucerà nei suoi sette colli come ai tempi di Nerone; quella che in altri tempi era la culla del Cristianesimo, dove piantai la mia Roccia, domani resterà in rovina, caos e desolazione.

Popolo mio, unisciti in preghiera, perché il calvario della mia Chiesa è già iniziato. La mia Chiesa sarà disonorata, le critiche e le accuse dei suoi detrattori stanno per diffondersi; i nemici della mia Chiesa si accaniranno contro di essa e il mio Popolo fedele sarà lo zimbello di molti. Una grande maggioranza rinnegherà la mia Chiesa e molti annulleranno il loro battesimo; le comunità religiose saranno perseguitate e altre finiranno per sempre. La fede del mio Popolo sarà messa alla prova, solo coloro che persevereranno fino alla fine si salveranno.

Preparatevi dunque, figli miei, perché si stanno avvicinando i giorni della prova; rimanete saldi e leali a Me, come il tralcio alla vite e vi assicuro che nessuno dei vostri capelli si perderà. Vi lascio la mia Pace, vi do la mia Pace. Pentitevi e convertitevi, perché il Regno di Dio è vicino.

Il vostro Maestro, Gesù Sacramentato

Fate conoscere i miei messaggi a tutta l’umanità, Popolo mio